IT

It

TITOLO: IT

AUTORE: Stephen King

PAGINE: 1238

TRAMA

Derry, 1958: questa tranquilla cittadina del Maine è sconvolta da una serie di inspiegabili omicidi, molti dei quali riguardano bambini.Bill Denbrough, Beverly Marsh, Eddie Kaspbrack, Richie Tozier, Mike Hanlon, Ben Hascom e Stan Uris sono sette ragazzi di dieci anni, ognuno con un proprio problema che ne fa un perdente, un emarginato sociale. Insieme però hanno formato un gruppo da cui traggono forza e coraggio per affrontare la vita quotidiana. Sono i soli che hanno capito che dietro questi omicidi che stanno sconvolgendo la città c’è IT, un mostro informe che vive nel sottosuolo. Insieme decidono di affrontarlo e riescono in qualche modo a fermarlo.
1985. Derry è di nuovo sconvolta da omicidi di bambini. Mike Hanlon, il bibliotecario del paese e l’unico dei sette rimasto in città, capisce che IT è tornato e questa volta per chiudere definitivamente i conti con il passato. Mike decide di richiamare i suoi amici, i quali rispondono alla richiesta di aiuto, consci del fatto che stavolta o riusciranno ad uccidere IT o sarà la fine.

RECENSIONE

Questo romanzo è considerato e a giusta ragione il capolavoro di Stephen King. Io lo considero come il romanzo totale del Re: in esso c’è tutto, terrore, amore, magia, suspence, amicizia, coraggio e via dicendo. Mille e duecento pagine che scivolano via senza che il lettore faccia fatica. D’incanto ti ritrovi nella cittadina di Derry, descritta in ogni minimo particolare, dalla casa sulla collina al bambino che gioca sulla strada con la sua barchetta. Il tema cardine del romanzo non è tanto la battaglia contro il mostro, quanto il crescere dei bambini, il doversi scontrare con la dura realtà della vita, con la perdita della magia che caratterizza l’infanzia. Su questo contrasto King batte maggiormente il chiodo: IT è un mostro informe che si nutre delle paure dell’uomo, che viene percepito, ma non lo si capisce, semplicemente perché gli adulti smettono di credere ai propri sogni e di ascoltare la voce della fantasia, per rimanere imprigionati nel grigiore quotidiano della vita. Gli unici che lo affrontano sono sette bambini, che invece proprio nella fantasia hanno trovato la loro forza e l’ancora di salvezza. Forza che saranno costretti a trovare dentro di loro, quando da adulti dovranno affrontare di nuovo IT, che rappresenta le loro paure. Perché la battaglia più grande da combattere, afferma King, è quella dentro di noi, contro noi stessi.
CAPOLAVORO

Annunci

2 pensieri riguardo “IT

  1. Assolutamente d’accordo con te. L’ho letto due volte è la mia opinione si racchiude nella tua ultima parola ” capolavoro”. Oggi c’è l’uscita del film, si vocifera che sia un gran bel film, probabilmente lo sarà anche ma non penso sia abbastanza per trasformare e raccontare quelle 1200 pagine. Un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...