La Fattoria Degli Animali

La_fattoria_degli_animali

TITOLO: La Fattoria degli Animali

AUTORE. George Orwell

PAGINE: 112

TRAMA

Gli animali di una fattoria, stanchi dei continui soprusi degli esseri umani, decidono di ribellarsi e, dopo aver cacciato il proprietario, tentano di creare un nuovo ordine fondato sul concetto utopistico di uguaglianza. Tuttavia, ben presto emerge tra loro una nuova classe di burocrati, i maiali, che con l’astuzia, la cupidigia e l’egoismo si impongono in modo prepotente e tirannico sugli altri animali, più docili e semplici d’animo

RECENSIONE

Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni animali sono più uguali degli altri

Orwell concepì il libro nel 1937, durante la sua permanenza in Spagna; lo concluse nel 1944 e riuscì a farlo pubblicare solo nel 1945, dopo la fine del conflitto.
Come nelle favole di Esopo e Fedro, l’autore utilizza gli animali per compiere una satira nei confronti del genere umano, utilizzando i primi come incarnazione di vizi e virtù degli uomini.
Moltissimi sono i riferimenti a fatti o personaggi del regime dell’Unione Sovietica (Il Vecchio Maggiore e Napoleone prendono chiaramente spunto, ad esempio, da Lenin e Stalin) e questo ha fatto in modo che alla sua uscita fosse considerata una critica solo per quel tipo di regime, suscitando non poche perplessità e astio da parte della sinistra britannica e di tutte le sezioni del partito comunista in occidente.
In realtà Orwell è andato oltre: la sua è una critica contro tutti regimi che tradiscono i principi di uguaglianza e libertà alla base delle rivoluzioni che li hanno portati al potere. La sua visione negativa dell’umanità a causa della corruzione, inevitabile conseguenza del raggiungimento di determinati obiettivi, fa sì che questo romanzo possa essere tranquillamente definito come distopico ed è il preludio ad un altro capolavoro dell’autore, 1984, pubblicato dopo tre anni.
Nonostante siano trascorsi più di settant’anni dalla sua pubblicazione, La Fattoria Degli Animali mantiene intatta la sua energia stilistica e la vitalità delle sue idee, rendendo quest’opera un caposaldo della letteratura mondiale del Novecento e di tutti i tempi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...