Misery Non Deve Morire

00661604

GENERE: Horror, thriller
ANNO: 1990
REGIA: Rob Reiner
ATTORI: Lauren Bacall, Kathy Bates, Thomas Brunelle, James Caan, Richard Farnsworth, Graham Jarvis, Jerry Potter
PAESE: USA
DURATA: 107 Min
CASA DI PRODUZIONE: Nelson Entertainment, Castle Rock Entertainment

TRAMA

Lo scrittore Paul Sheldon, divenuto famoso per aver pubblicato una serie di romanzi con protagonista una ragazza di nome Misery Chasain, ha pubblicato il suo ultimo romanzo in cui ha decretato la morte di Misery per parto. Libero di poter scrivere di altri soggetti, è in un albergo in Colorado. Durante una tempesta di neve, la sua auto finisce fuori strada. Paul viene tratto in salvo da una donna, Annie Wilkes, che lo porta a casa sua, curandogli le ferite. La donna gli rivela di essere una grande ammiratrice dei suoi romanzi di Misery, anzi la sua ammiratrice numero uno. Tuttavia la situazione precipiterà quando Annie il destino di Misery e , rivelando la sua natura di donna affetta da gravi turbe psichiche, deciderà di sequestrare Paul e di sottoporlo a torture se lui non scriverà un nuovo romanzo per far resuscitare Misery.

RECENSIONE

Di solito sono molto scettico quando mi avvicino ad un film tratto da un libro di Stephen King. Questo perché i suoi libri sono quasi sempre pregni di un fore approfondimento dei personaggi e del loro lato psicologico ed emotivo che difficilmente un regista riesce a tradurre degnamente in immagini.
Misery non deve morire non fa parte di questa categoria.
Ci troviamo di fronte ad un piccolo gioiello di suspance dove ogni elemento (regia, ritmo, fotografia) funziona perfettamente, regalandoci una pellicola dal forte impatto emotivo. Reiner è stato molto bravo e furbo, tralasciando gli aspetti più macabri del romanzo (ad esempio, nel libro Annie, scoperto il tentativo di fuga dello scrittore, gli recide il piede con un’accetta, nel film si “accontenta” di fratturargli entrambe le caviglie con un mazzuolo) e puntando tutto sull’evoluzione della paura di Paul Sheldon. Il suo senso di impotenza prima e la disperata voglia di ribellarsi a un destino assurdo poi, coinvolgono lo spettatore che segue passo dopo passo l’evolversi delle vicende.
Ovviamente un plauso enorme va ai due attori principali, Kathy Bates che vinse un Oscar come miglior attrice protagonista, e James Caan, bravissimi a rendere alla perfezione il rapporto malato fra Annie e Paul; la prima eternamente sospesa fra l’amore l’odio, fra la dipendenza e il dominio e il secondo fra la paura, l’impotenza e la voglia di libertà.
Un film da vedere, per gli amanti del genere e non, che saprà regalare attimi di vera paura

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...